Domande più frequenti sulla maiolica artistica made in Italy
In questa sezione trovi le risposte alle domande più frequenti incentrate sulla maiolica made in Italy di ImolArte e sul suo utilizzo.

1. Su alcuni pezzi acquistati di recente si è formata una specie di crepa. Significa che il prodotto comprato è difettoso?
La ceramica non ha alcun tipo di difetto. Peculiarità della maiolica, nonché sua caratteristica identificativa, è proprio l'effetto craquelé che si manifesta con il tempo. Si tratta di una finitura che si manifesta naturalmente e che contribuisce a dare alla maiolica quel tocco genuino che per molti altri materiali viene creato artificialmente.


2. I colori della mia maiolica possono perdere di intensità?
No, perché la maiolica di ImolArte viene cotta a 950°. Grazie a questa procedura i colori sono fissati su ogni singolo pezzo, a differenza di quanto avviene con tecniche di decorazione diverse, come quella a freddo, dove invece vi è possibilità di rovinare il colore che non è fissato attraverso la cottura.

3. Come mai sul retro di alcuni pezzi sono presenti dei forellini?
Sono i segni dei supporti che servono per  la cottura di alcuni pezzi.

4. Quali accorgimenti devo adottare per la pulizia della maiolica ed il suo utilizzo?
Il materiale può essere introdotto in lavastoviglie ed è idoneo per l’utilizzo nel forno a microonde. Non può essere invece utilizzato all’interno del forno e sopra fonti di calore dirette (fornelli normali o ad induzione).

5. I prodotti ImolArte hanno un certificato di autenticità?
Sì, la Cooperativa Ceramica d'Imola attesta l'autenticità dei pezzi acquistati, realizzati con procedimenti completamente manuali nel proprio laboratorio di ceramica artistica che rimane a tutt'oggi simbolo e fiore all'occhiello della produzione di maiolica nata in quest'azienda nel lontano 1874. Eventuali imperfezioni presenti sul pezzo ceramica rappresentano, quindi, peculiarità di pregio e non difetto, derivante dalla tradizionale realizzazione a mano.